rassegna penitenziaria e criminologica

fondata da giuseppe altavista

Principi relativi al trattamento delle persone private della libertà personale nell'ambito della pandemia del coronavirus (COVID-19)

di Comitato europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani o degradanti (CPT) - Consiglio d'Europa

pubblicato nell'anno 2020

Il 20 marzo 2020 il CPT ha emesso una dichiarazione indirizzata a tutti gli Stati membri del Consiglio d'Europa, con l'obiettivo di ricordare alle Autorità nazionali competenti di tenere conto della "natura assoluta e cogente del divieto di tortura e di trattamenti inumani o degradanti" nei confronti delle persone private ad ogni titolo della libertà personale anche nel periodo di emergenza sanitaria a causa della pandemia da COVID-19. La traduzione del documento in lingua italiana è stata curata direttamente dal Consiglio d'Europa.

Tags: salute prevenzione


Scarica tutto il documento: Principi relativi al trattamento delle persone private della libertà personale nell'ambito della pandemia del coronavirus (COVID-19)

Parere del Sottocomitato per la prevenzione della tortura agli Stati parte e ai Meccanismi nazionali di Prevenzione in relazione alla pandemia di coronavirus

di Sottocomitato per la prevenzione della tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti (SPT) - Organizzazione delle Nazioni Unite

pubblicato nell'anno 2020

Il 25 marzo 2020 il Sottocomitato per la Prevenzione della Tortura, nell'ambito del sistema per la protezione dei diritti umani delle Nazioni Unite, ha adottato un parere in relazione alla pandemia di coronavirus-COVID-19. Il Sottocomitato è nato nel 2007 a seguito dell'entrata in vigore, nel giugno 2006, del Protocollo addizionale alla Convenzione contro la tortura (OPCAT), adottato dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2002. La traduzione del documento è stata curata dalla sezione Relazioni Internazionali dell'Ufficio per il Coordinamento dei rapporti di cooperazione istituzionale del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria.

Tags: salute diritti umani prevenzione


Scarica tutto il documento: Parere del Sottocomitato per la prevenzione della tortura agli Stati parte e ai Meccanismi nazionali di Prevenzione in relazione alla pandemia di coronavirus

Dichiarazione in materia di misure da adottare per la prevenzione e il contrasto al contagio da COVID-19 nei luoghi di detenzione

di Commissario per i diritti umani - Consiglio d'Europa

pubblicato nell'anno 2020

Il Commissario per i diritti umani è un'istituzione non giudiziaria indipendente e imparziale istituita nel 1999 dal Consiglio d'Europa per promuovere la consapevolezza e il rispetto dei diritti umani nei 47 Stati membri del Consiglio d'Europa. Il Commissario collabora con un'ampia gamma di istituzioni internazionali e nazionali, nonché con meccanismi di monitoraggio dei diritti umani. I partner intergovernativi più importanti dell'Ufficio comprendono le Nazioni Unite e i suoi uffici specializzati, l'Unione europea e l'OSCE. L'Ufficio collabora inoltre strettamente con le principali ONG, università e gruppi di studio sui diritti umani. Pubblichiamo la Dichiarazione rilasciata a Strasburgo il 6 aprile 2020. La traduzione in lingua italiana è stata curata dalla sezione III Relazioni internazionali e progetti europei, dell'Ufficio per il Coordinamento dei rapporti di cooperazione istituzionale del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria.

Tags: diritti umani salute prevenzione


Scarica tutto il documento: Dichiarazione in materia di misure da adottare per la prevenzione e il contrasto al contagio da COVID-19 nei luoghi di detenzione

Fonti normative per l'Amministrazione penitenziaria - 2018

di Daniele De Maggio (a cura di)

pubblicato nell'anno 2019

L'Ufficio V – Coordinamento dei rapporti di cooperazione istituzionale ha aggiornato la raccolta di fonti normative di specifico interesse per l’Amministrazione penitenziaria, consultabile sul sito della Rassegna. Risultano evidenziati i riferimenti normativi e le voci dell’indice analitico-alfabetico riguardanti i provvedimenti di nuovo inserimento e sono stati cancellati quelli riferiti a fonti abrogate.

Tags: amministrazione penitenziaria diritto penitenziario organizzazione


Scarica tutto il documento: Fonti normative per l'Amministrazione penitenziaria - 2018

Prisons in Europe, 2005-2015 - Italia

di Marcelo F. Aebi, Léa Berger-Kolopp, Christine Burkhardt, Mélanie M. Tiago - Università di Losanna (Svizzera) - Consiglio d'Europa (a cura)

pubblicato nell'anno 2019

L’Ufficio V del Capo del Dipartimento ha curato la traduzione in lingua italiana della scheda relativa all’Italia di uno studio statistico, promosso dal Consiglio d’Europa ed effettuato a cura dell’équipe dell’Università di Losanna, sull’evoluzione della situazione delle carceri in Europa fra il 2005 ed il 2015. La corrispondente versione originale in lingua inglese si trova sul sito http://wp.unil.ch/space/files/2018/12/Italy.pdf. L’intero studio in lingua inglese, relativo a 51 giurisdizioni europee, è pubblicato alla pagina https://wp.unil.ch/space/space-i/prisons-in-europe-2005-2015/prisons-in-europe-2005-2015/.

Tags: Europa statistiche sistemi penitenziari


Scarica tutto il documento: Prisons in Europe, 2005-2015 - Italia

Standard Minimi delle Nazioni Unite sul trattamento dei detenuti - Regole Nelson Mandela

di Organizzazione delle Nazioni Unite

pubblicato nell'anno 2019

Le Standard Minimum Rules for the Treatment of Prisoners furono adottate nel 1955 dal primo Congresso delle Nazioni Unite sulla Prevenzione del Crimine e sul Trattamento dei Detenuti, quale fonte primaria di ispirazione per le norme adottate dagli Stati Membri nella gestione dei detenuti. Nel 2011 l’Assemblea generale, riconoscendo l’evoluzione della legislazione internazionale in materia penitenziaria, istituiva un gruppo intergovernativo con il compito di rivedere ed aggiornare le Regole minime. Il complesso procedimento è stato accompagnato dall'Agenzia delle N.U. per la Droga ed il Crimine quale Segretariato dell’ONU. Nel dicembre 2015 l’Assemblea generale ha approvato la revisione e ha deciso che il testo fosse divulgato nel mondo come “The Nelson Mandela Rules“, in onore del presidente del Sud Africa Nelson Rolihlahla Mandela che aveva trascorso 27 anni in carcere per promuovere i diritti umani, l’uguaglianza, la democrazia e la cultura della pace.

Tags: organismi internazionali diritti umani trattamento penitenziario


Scarica tutto il documento: Standard Minimi delle Nazioni Unite sul trattamento dei detenuti - Regole Nelson Mandela

Pagina:  1  2  3  4  5  6